Live Radio

Lotito e l'offerta per Alitalia, Martini: "Sono certo che farebbe bene". Piscitelli: "Non mi interessa Lotito: la compagnia dovrebbe fallire"

APPROFONDIMENTO

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, scende in campo per Alitalia. Dopo aver confermato nei giorni scorsi il suo interesse, il patron del club biancoceleste ha, infatti, formalizzato l'offerta per l'acquisizione della compagnia. "Non posso esprimere alcun giudizio, nessun commento sull'offerta, ma era riservata...". dice all'Adnkronos Claudio Lotito, presidente della Lazio Calcio. "No comment" dunque dal patron biancoceleste che ribadisce la necessità, per tutti, di "rispettare le regole" in queste delicate partite finanziarie. Non è una passione di oggi quella di Claudio Lotito, patron del club biancoceleste, per Alitalia. "Ho salvato la Lazio posso farcela con Alitalia" diceva nell'aprile del 2008 quando l'ex compagnia di bandiera era nell'occhio del ciclone con Air France, che aveva deciso la ritirata, e con Silvio Berlusconi che annunciava la cordata dei patrioti. Allora, dopo aver salvato la Lazio, la sfida dei cieli non faceva certo paura a Lotito, come raccontò in occasione di una lezione alla facoltà di Economica dell'Università della Tuscia a Viterbo. "Risanare la Lazio era un'impresa quasi disperata. Ci sono riuscito lavorando giorno e notte, facendo spesso l'alba nel mio ufficio. Come? Incrementando i ricavi e soprattutto riducendo i costi. Ai dirigenti ho tagliato lo stipendio del 50%, mi hanno fatto causa ma non c'era altra strada da percorrere. E, in quanto ai giocatori, ho ridotto dell'80% il monte ingaggi ma la squadra è rimasta competitiva. Mi dovrebbero dare il premio Nobel per il rapporto costi-benefici... Chi me l'ha fatto fare? E' che mi piacciono le sfide al limite". E Alitalia, allora come ora, è un'altra sfida al limite, ma, tuttavia "forse pure meno complicata della Lazio", diceva Lotito. "E' certamente una sfida che mi piacerebbe affrontare. Anche perché avrei già 2-3 idee in proposito". 

SALVINI - A proposito dell'interesse della holding Atlantia sulla vicenda Alitalia, ha detto il vicepremier Matteo Salvini, "a me basta che si tutelino 11mila posti di lavoro e che l'Italia abbia una compagnia di bandiera efficiente e che guardi al futuro, che cresca e compri aerei". "Non ho pregiudizi nei confronti di nessun investitore, ma non me ne occupo io, visto che mi occupo di sicurezza", conclude Salvini.

DIABOLIK- "Non mi interesso di ciò che fa il presidente Lotito". Così commenta all'Adnkronos Fabrizio Piscitelli, più conosciuto come 'Diabolik' storico capo ultras della Curva Nord della Lazio, circa la formalizzazione dell'offerta del patron dei biancocelesti per Alitalia. "L'Alitalia per me dovrebbe fallire per quello che rappresenta per l'Italia e per l'Europa la compagnia aerea. Questi finti risanamenti lasciano il tempo che trovano".

PETRUCCI - "Mi stupisce la capacità di Lotito, in senso favorevole, di allargare il suo raggio di azione anche ad un importante e straordinario settore, che è la compagnia di bandiera, un colosso che porta il tricolore nel mondo" commenta all'Adnkronos il presidente della Federbasket ed ex numero uno del Coni, Gianni Petrucci. "Questo dimostra l'intraprendenza della persona e la capacità nel gestire le situazioni".

GALEAZZI - "La scelta di Lotito di presentare un'offerta riservata di acquisto per Alitalia? E' nel personaggio, speriamo che riesca per il bene della Lazio a tenere separato questo doppio ruolo pubblico e non" commenta all'Adnkronos il giornalista sportivo e da sempre tifoso della Lazio, Giampiero Galeazzi. "Un in bocca al lupo al presidente, alla Lazio, ai suoi tifosi e alla compagnia di bandiera".

Luigi Martini,  campione d'Italia con la Lazio nel 1974, ex pilota in Alitalia nonché già presidente del cda di Enav: "Si dice che ci sono due modi per perdere soldi: con una squadra di calcio e con le compagnie aeree. Lotito è riuscito a far bene con la Lazio e sono certo che farà lo stesso anche con Alitalia. Come manager non gli si può dire nulla, ha preso una Lazio che era di fatto fallita, portandola a essere una squadra che tutti gli anni gioca le coppe europee, uno dei pochi club con un bilancio sempre in attivo. Se farà così anche con Alitalia forse sarà la volta buona per la svolta".

adnkronos.com

Tempo di esecuzione: 0.076921939849854
Controller: Articoli
ID Pagina: 9783
Elemento caricato: Articolo #9783
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: bbae47142f79dbe7
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1