Live Radio

Lazio, un volo per la gloria... con una meravigliosa coincidenza prima della finale

RASSEGNA STAMPA

ROMA Una meravigliosa coincidenza che può portare a Formello una ventata d'euforia. Mai abbandonare i sogni di gloria, lo insegna la storia. Dovrà volare a Cagliari, la Lazio, prima di presentarsi alla finale dell'Olimpico contro l'Atalanta: ironia del destino, è la stessa trasferta prima della Coppa Italia vinta il 26 maggio 2013 contro la Roma. All'epoca, non si gioco' al Sant'Elia ma a Trieste contro i sardi (il 19 maggio) all'ultima giornata, la squadra di Petkovic perse 1 a 0 sotto il fulmine di Dessena. Lotito così mandò tutti in ritiro a Norcia prima dell'impresa. Stavolta, terzultimo turno di campionato, il match è stato anticipato a sabato e ci saranno quindi poi solo 4 giorni per preparare la gara che vale una stagione del 15 maggio. Da qui per Inzaghi sorge un grosso dubbio: quanti titolari fare fuori dal confronto? 
RITORNIE' vero, il mister ha sempre detto di volersi lasciare aperta comunque una strada per l'Europa attraverso il campionato, ma dopo l'ultimo ko è cambiato il discorso: la Lazio ora è all'ottavo posto e, se non vince la Coppa Italia, rischia comunque di restar fuori da tutto. L'all in sul trofeo non è un azzardo, sembra piuttosto l'ultima ancora di salvataggio. Lo ribadirà alla squadra nei prossimi giorni Lotito, oggi tornerà dalla Spagna e poi piomberà per motivare tutti al massimo. Intanto ci stanno pensando Tare e Peruzzi, Inzaghi invece ha iniziato le sedute video a Formello. Ha parlato alla squadra, l'ha strigliata e caricata, ha analizzato gli errori e sopratutto i secondi 45 minuti. Perché al tecnico adesso non può più bastare solo l'approccio (giusto nei primi 20') dei suoi uomini, sino al novantesimo vanno mostrati gli attributi. Non è possibile che nel 2019 la Lazio abbia vinto soltanto una volta (nel derby) negli ultimi 15 secondi tempi. Meno male che le statistiche non tengono conto delle altre competizioni. Perché per fortuna proprio in Coppa Italia i biancocelesti sono passati ai supplementari e poi ai rigori ai quarti contro l'Inter e poi a San Siro in semifinale col centro di Correa ai rossoneri. Anche Immobile lì è tornato decisivo con assist e reti, così Ciro affaticato potrebbe essere risparmiato a Cagliari. Dove invece potrebbero fare il rodaggio per il ritorno gli infortunati Radu (già ieri in gruppo) e Milinkovic. 
TURNOVERLo staff tecnico ha studiato le mosse per la finale pure nel giorno di riposo. L'obiettivo era fare il punto su cosa domenica ha e non ha funzionato. La Lazio domenica è stata macinata ma, ironia del destino, non a sinistra. E' vero, l'adattato Marusic ha fatto poco o nulla, ma i disastri non sono arrivati certo da quella fascia. Dove tra l'altro Bastos è riuscito a contenere come un mastino il pericolo numero uno Ilicic. Probabilmente al prossimo appuntamento a sinistra rivedremo i senatori Radu e Lulic. E a centrocampo Milinkovic. Nonostante la mossa di Parolo al suo posto sia stata l'intuizione migliore d'Inzaghi in campo. Per confermarlo l'unica soluzione sarebbe rialzare sulla trequarti Luis Alberto, inesistente da mezzala quando diventano troppo alti i ritmi del gioco. Lui a Cagliari (con Correa-Caicedo titolari) potrebbe essere tenuto a riposo, così come Leiva a corto di fiato. Contro l'Atalanta il suo muro la prossima volta dovrà ergersi molto più alto.

 

Il Messaggero

Tempo di esecuzione: 0.076429843902588
Controller: Articoli
ID Pagina: 9223
Elemento caricato: Articolo #9223
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: fd791297f9761612
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 25
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1