Live Radio

La nuova Champions: girone unico a 36 squadre

CHAMPIONS LEAGUE

Prende forma la nuova Champions League, che a partire dal 2024 raccoglierà 36 squadre in un girone unico, una vera e propria rivoluzione. I dettagli del nuovo format sono stati svelati dalla Gazzetta dello Sport, che ha spiegato che ci saranno partite di sola andata, minimo 10massimo 17 per chi arriva in finale.

L’aumento del numero di partecipanti incontra le richieste dei club di giocare più partite, anche se il rischio è che tante sfide modeste o inutili possano ridurre il fascino di un torneo che invece rimane insuperabile con la fase a eliminazione diretta.

Ma così sarà, anche se non è ancora stato definito il criterio per scegliere le 4 squadre supplementari(probabile un cammino via playoff). Sarà uno dei temi più controversi: i campionati top sognano almeno 5 club partecipanti, ora la possibilità è concreta.

Le gare – 10 come anticipato – si giocheranno 5 in casa e 5 in trasferta. Prima del via, le 36 saranno ordinate in 4 fasce in base al ranking UEFA. Per gli incroci – per fare un esempio –, le squadre di prima fascia giocheranno:

  • due partite contro altre squadre della stessa categoria;
  • tre partite contro squadre di seconda e terza fascia;
  • due partite contro squadre dell’ultima fascia.

Nuova Champions formula – Classifica ed eliminazione diretta

Una volta concluse queste gare, si arriverà a una classifica globale che porterà a questi passaggi successivi:

  1. Le prime 8 direttamente agli ottavi;
  2. Le squadre dal 9° al 16° posto spareggiano con quelle dal 17° al 24°, in incroci da tabellone tennistico (9°-24°, 10°-23° e così via), per promuovere altre 8 alla fase a eliminazione diretta;
  3. Le 8 sconfitte retrocedono in Europa League;
  4. Da qui tutto come prima: ottavi, quarti, semifinale e finale

Le sfide di Champions passeranno dalle attuali 125 alle future 209, esclusi gli spareggi: quasi il 70% in più. Quello che i campionati nazionali temono è che l’allargamento sottragga risorse. Le Leghe sono preoccupate: hanno convocato per oggi il board e un’assemblea straordinaria.

La UEFA – spiega La Gazzetta – presenterà il progetto martedì alle 55 federazioni. A Nyon non vogliono perdere tempo per chiudere qualsiasi discorso sulla tanto discussa Superlega, approvare il sistema ad aprile (al prossimo Esecutivo) e cominciare la vendita dei diritti.

Calcioefinanza.it