Live Radio

Attesa Silva, sorpasso sulla Fiorentina per Fares

CALCIOMERCATO

Sorpasso a sinistra della Lazio. Corre la trattativa per portare a Roma Mohamed Fares, l’esterno mancino indicato da Inzaghi per rinforzare la fascia (in queste ore dovrebbe andare in scena l’incontro con Lotito per il rinnovo dell’allenatore fino al 2023). Il duello di mercato per Fares è tutto con la Fiorentina, che era in pole per il calciatore della Spal, ma che non ha trovato l’intesa con il patron Mattioli. Dopo Lazzari, i biancocelesti vogliono anche l’altro esterno del club di Ferrara, bloccato da un lungo infortunio e tornato dopo il lockdown. Si era messo in mostra proprio con la maglia della Spal due stagioni fa. Il ragazzo classe 1996 avrebbe dato la sua preferenza a giocare nella Lazio: la prospettica di disputare la Champions non può passare inosservata, oltre alla proposta economica più vantaggiosa rispetto a quella della Viola (1 milione contro 1,3). Ora non resta che trovare l’accordo con la società che deiene il cartellino di Fares: si partiva da una richiesta di 12 milioni, si è scesi a 10 senza bonus. Lotito ha offerto 7 milioni in parte fissa e due extra. L’affare potrebbe chiudersi già nelle prossime ore. Parallelamente Tare si sta concentrando sulla tentazione David Silva. Da Formello filtra un cauto ottimismo. ma guai a illudersi. La concorrenza per il fenomeno del manchester City è agguerrita e servirà un’impresa per portarlo nella Capitale. I contatti con l’entourage dello spagnolo sono costanti, non rimane altro da fare che aspettare il responso del 34enne. Intanto dall’Inghilterra rilanciano una suggestione: stando a quanto riportato dal portale “Football Insider”, Felipe Anderson potrebbe tornare alla Lazio. Al momento si tratta di fantacalcio, ma dopo appena due anni in Premier, sembrerebbe già terminata l’esperienza del brasiliano alla corte del West Ham. Non è riuscito a integrarsi nel progetto tecnico di Moyes, è ritenuto in uscita dagli Hammers, che vorrebbero rientrare dei 36 milioni spesi. Dalla Lazio piovono smentite, per ora. Il Tempo