Live Radio

Immobile: è l'ora della storia. E del rinnovo, offerta della Lazio pronta...

APPROFONDIMENTO

È l’ora della storia, c’è solo l’imbarazzo per l’immenso Immobile. Domani, nella sua Napoli, può laurearsi campione dei campioni vincendo la Scarpa d’Oro ed eguagliando, o battendo, il record di Higuain nello stadio in cui il primato è stato centrato il 14 maggio 2016 (tripletta del Pipita al Frosinone, 36 gol totali in campionato). Il San Paolo sarà un set cinematografico. I sogni di gloria di Ciro saranno concentrati in 90 minuti, possono coronarsi nella partita più intima e intensa per lui, com’è destino dei più grandi. Non solo i record, sempre a Napoli potrebbe andare in scena un incontro tra il diesse Tare e i suoi procuratori, Moggi e Sommella, di base in zona. Sono soliti far visita al loro fenomeno, l’occasione può essere ghiotta, sfruttabile. La Lazio arriverà a tarda sera in città, partirà dopo la cena in programma a Formello. Domani si giocherà alle 20,45, la giornata potrebbe essere sfruttata per parlare, informalmente o ufficialmente.

La trattativa

Lotito e Tare devono passare al contrattacco, sulle tracce di Ciro ci sono Manchester United, Newcastle ed Everton (su richiesta di Ancelotti). Il sito di Don Balon nei giorni scorsi lo ha accostato al Barcellona, sarebbe entrato in lista. La Lazio prepara il nuovo contratto, prevede uno stipendio tra i 4 e i 5 milioni (senza bonus). Ciro, con la Champions, guadagnerà 3,7 milioni più bonus, l’ingaggio è aumentato automaticamente, era previsto da un’opzione inserita nel contratto rinnovato nell’ottobre 2018. Questi soldi non bastano più. La trattativa entrerà nel vivo prossimamente, la presenza di Tare a Napoli può servire per programmare i passi da compiere. Non sono prevedibili i tempi dell’operazione, tutti sperano siano veloci e che portino alle firme. Ciro vuole restare a Roma, dopo il gol al Brescia ha parlato del futuro, ma s’aspetta il giusto riconoscimento, è un bomber che strasegna da anni, vale almeno 5 milioni l’anno. «So che la società si aspetta tanto per la Champions, è una grande responsabilità», ha detto l’attaccante includendosi nel progetto.

Corrieredellosport.it