Live Radio

Rimonte storiche a tinte biancocelesti, ecco i precedenti

STATISTICHE

Un'altra pazzesca rimonta, a distanza di 11 anni.

Inferno-Paradiso, andata e ritorno. Lazio sotto di 3 gol, Lazio che rimonta. Il 3-3 ottenuto ieri contro l'Atalanta riporta la mente al 14 dicembre 2008. 

Avversaria l'Udinese, che stende i biancocelesti in 55'. 3-0 firmato Di Natale (doppietta) e Quagliarella. Gara finita? Altra domanda, prego. Dal 60' all'85' gli uomini guidati allora da Rossi risorgono. Zarate, Diakite e Ledesma centrano la rimonta, proprio come quella di ieri con il doppio Immobile e Correa. 

La Lazio non muore mai.

 

Rimonta fa rima con la Lazio: quella contro l'Atalanta è stata solo l'ultima partita ripresa con il cuore dai biancocelesti. 

L'ultimo 3-3, come detto, risaliva al dicembre 2008 (Udine). Prima di quello, c'erano stati quelli contro Triestina (1929), Roma (1934), di nuovo Triestina (1936) ed Inter (1950). 

Altre rimonte epiche risalgono a periodi più recenti. Una è del dicembre 1984, a Genova contro la Sampdoria: blucerchiati avanti 2-0 con Mancini e Salsano e rimontati nel finale da Calisti e Batista. Quella del 1998 evoca invece dolci ricordi, è la notte della finale di Coppa Italia vinta contro il Milan. Rossoneri avanti con Albertini e con il trofeo virtualmente in mano, visto l'1-0 di San Siro. Alla Lazio servono 3 gol, che puntualmente arrivano. Gottardi avvia la rimonta, Jugovic la rifinisce e Nesta la conclude: l'Olimpico esplode in 10'. 

Quella del marzo 2000 invece sarà fondamentale per lo scudetto. Merito di Pancaro, che riprende l'Inter con un'incredibile doppietta negli ultimi 7' della partita. Rimonta speciale anche quella del dicembre 2002, a Piacenza. Padroni di casa avanti 2-0 dopo 27', Simeone, Lopez e Corradi firmano il clamoroso blitz della squadra guidata allora da Mancini. Partita speciale anche quella dell'ottobre 2003, in Champions League contro lo Sparta Praga: cechi avanti 0-2, la rimonta è firmata proprio da Simone Inzaghi con una doppietta. Clamorosa, infine, la vittoria della Lazio contro il Palermo del settembre 2005. Rosanero avanti di due gol, gara che sembra chiusa. Esatto, sembra. Invece non lo è. Rocchi e Pandev pareggiano in 1', gli uomini di Delio Rossi volano. Manfredini firma il 3-2, prima che ancora Rocchi chiuda definitivamente i giochi. E come non ricordare il 3-2 casalingo con il Cesena nel nome di Libor Kozak. Sslazio.it

Tempo di esecuzione: 0.085437059402466
Controller: Articoli
ID Pagina: 11305
Elemento caricato: Articolo #11305
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 586799bc4960861c
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 27
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1