Live Radio

Lotito non ammette più amnesie, Inzaghi sotto pressione

APPROFONDIMENTO

Barra dritta sulla Champions. Inzaghi non ha più bonus da giocarsi. Alla ripresa la Lazio è attesa da un poker da quarto posto: Atalanta, Fiorentina, Torino e Milan. Vietato sbagliare ancora. Il tecnico biancoceleste è nel mirino del presidente Lotito che non ha gradito gli ultimi risultati della squadra. Troppi errori e soprattutto poco carattere. Caratteristica, quest’ultima, che poco si addice al patron biancoceleste. Lui da sempre uomo di battaglia non può certo rispecchiarsi in una formazione timorosa. Eh già perché è proprio questo il più grosso neo degli uomini di Inzaghi. La poca cattiveria ha impedito di chiudere partite già vinte consentendo clamorose rimonte agli avversari. E non è certo cronaca degli ultimi mesi. Anche la passata stagione ha annoverato episodi molto simili. Il presidente ora però non fa più sconti. Né al tecnico né ai calciatori. Perché questo è il momento di dare. Le concessioni, soprattutto dal punto di vista degli stipendi, sono state fatte. Ora va ripagata la fiducia con i risultati. E non certo vittorie qualunque, ma adesso è il momento di prendere la laurea. Laurearsi significa andare in Champions League. 
UOMO AVVISATO
I due soli punti conquistati tra Roma, Inter, Spal e Bologna hanno già fatto voltare la stagione. Il tempo per ritrovare la retta via c’è ma non sono ammesse altre amnesie. Lotito lo ha fatto capire a chiare lettere ai giocatori. E’ arrabbiato perché è convito che finora la squadra non abbia assolutamente reso per come potrebbe. Troppe distrazioni. E allora ecco l’aut aut. Si è sempre dichiarato un pater familias e come tale ha riunito tutti intorno ad un tavolo per dire la sua. In particolare modo a Inzaghi. Un figlioccio come lo ha definito tempo fa. In estate gli ha rinnovato il contratto dopo un tira e molla e lunghi silenzi. Qualche leggera frizione è rimasta ma nulla di insanabile. Ma alcune crepe, si sa, possono portare alla rottura. Ecco che allora è meglio intervenire quando si è in tempo. Il classico discorso dell’uomo avvisato mezzo salvato. A fine anno si tracceranno le somme in base ai risultati ottenuti. E’ dovere di tutti remare dalla stessa parte per ottenere quello per cui la Lazio è stata costruita: la Champions. 

Tempo di esecuzione: 0.080372095108032
Controller: Articoli
ID Pagina: 11265
Elemento caricato: Articolo #11265
Moduli: ORM, Mobile, Db, Router, Meta, CookieLaw, DefaultView
Template: articoli
Loading ID: 20b97dd8fc658a0f
View: DefaultView
Numero di query eseguite: 27
Numero di query preparate: 0
Lista tabelle interrogate:
/var/www/radiosei.it/public_html/func.php:124:
array (size=8)
  'articoli' => int 1
  'main_settings' => int 2
  'pagine' => int 2
  'spazi_pubblicitari' => int 5
  'pubblicita' => int 5
  'pubblicita_impressions' => int 4
  'categorie' => int 1
  'podcast' => int 1